..

Penso che il buon cibo sia gioia ed espressione dei colori dell'anima di chi cucina e l'ingrediente speciale che rende gustosa ogni ricetta è l'Amore. Non saprei descrivere la ricchezza che mi da realizzare una ricetta nuova o della mia tradizione abruzzese... il mio sogno nel cassetto era avere una piccola trattoria in campagna...il cassetto non l'ho chiuso ed il sogno è ancora li...per adesso la mia casa è la trattoria dove ospito chi amo e questo blog è la mia trattoria per voi!



mercoledì 5 ottobre 2011

Gnocchi di ricotta e quel simpatico occhiolino


Non so perchè ma l'autunno mi parla dei ricordi più belli,mi accarezza con i profumi e i colori più cari alla mia memoria e lascia nel mio cuore quel retrogusto di dolce malinconia per tempi che non torneranno più....per stati d'animo che, pur ricreando le stesse situazioni,non saranno mai gli stessi..perchè sono passati tanti anni,perchè una volta le guanciotte di questa "bambina" erano più rosse e più tonde e quando la sua mamma le metteva il grembiule sembrava il mantello di un super eroe...perchè a volte vorrei tanto tornare anche per soli 5 minuti ad incontrare quegli occhioni verdi che osservavano tutto come fosse la cosa più preziosa che avesse mai visto.
E la ricetta che vi propongo oggi fa parte di quel mondo a quattro mani (le mie piccole e paffute e quelle della  mia mamma,grandi e magiche) perchè quando in casa si facevano gli gnocchi io ero felicissima non solo per il buonissimo pranzo che avrei consumato ma per il simpatico compito che era mio ...tutto mio:fare l'occhiolino agli gnocchi!!  E per "occhiolino" non vuol dire che ci provavo con i pezzetti di pasta ma che con il mio polliciotto dovevo fare, al centro dello gnocco, la fossetta che avrebbe ospitato il sugo! Slurp!
Questi che vi propongo oggi sono un pò diversi da quelli che facevo con la mia mamma perchè al posto delle patate c'è la ricotta,ma vi assicuro che sono altrettanto buoni e un pò più saporiti! Li ho scoperti grazie ad una mia zia che mi ha gentilmente dato la ricetta!

Per 4 persone

500 gr di ricotta vaccina ben asciutta
300 gr di parmigiano garttugiato
100 gr di pecorino grattugiato
200 gr di farina
1 uovo intero
1 pizzico generoso di sale
 farina per la lavorazione

Io ho lavorato tutto in una ciotola in questo modo:in una ciotola capiente lavorate la ricotta con l'uovo e il sale facendo amalgamare ben bene i due ingredienti;aggiungete a pioggia il parmigiano e il pecorino (come suggerisce la mia zia se volete un sapore più delicato potete sostituire il pecorino con altro parmigiano),unite di seguito la farina e impastate sul piano di lavoro leggermente infarinato ,formando una pagnottella liscia e soda.
Ora prendete l'impasto e date forma a dei filoni di circa un 1,5 cm di spessore (sta a voi la scelta di pezzi piccoli o grandi come più vi piace) tagliate dei toccheti di 2 cm (ripeto che io vi do le  mie misure ma non è una regola) e .....e qui arrivava il mio fondamentale e prezioso lavoro:con il pollice infarinato fate una leggera pressione su ogni gnocchetto,ma attenzione la pressione non dev'essere statica ma con un movimento delicato verso l'esterno...uhuuu com'e difficile spiegarlo... come se con il pollice voleste capovolgere gli gnocchi. Forza provatene qualcuno e vedrete che farlo è di una facilità "infantile"!! Però la mia mamma per fare prima aveva un segreto che io scoperto quando ero ormai grandicella: mentre io ne facevo uno,lei ne faceva 10 e li buttava dalla mia parte....e io ho sempre pensato "Caspiterina come sono veloce a fare ste fossette...un giorno diventerò qualcuno in cucina!!!"....e infatti sono diventata la "latitante" dei miei fornelli.
Per condirli io ho usato un ragù al basilico e una buona manciata di parmigiano....vi assicurò una bontà...come? Volete una foto? .................uhmmm...dovete fidarvi perchè avevo ospiti a cena e l'ho dimenticata.... ^_^

Baci baci!!

11 commenti:

  1. eh no vabbè ma ora è troppo Sandri', li ho fatti ieri ma che siamo ????
    Sono buonissimi con la ricotta !!!
    Bacione

    RispondiElimina
  2. Non li ho mai fatti. Ti giuro che mi ispirano tanto e quel buchino dispettoso lì, che aspetta solo di riempirsi di sugno...gnammm. Un bacio, Pat

    RispondiElimina
  3. ve lo assicuro io ...erano goduriosissimi.....e brava la mia sandrina!baci nicla

    RispondiElimina
  4. Sai che ti dico? li faccio domenica ; )) buoniiii

    RispondiElimina
  5. Anche io avevo il compito di fare l'occhiolino agli gnocchi!!!! quel profumo per tutta la cucina...


    Approfitto e ti segnalo il mio primo contest, nato dando la pappa a nutellino...

    RispondiElimina
  6. strano ma vero, io gli gnocchi non ho mai imparato a farli!! e si che anche io mi mettevo sempre a guardare mia madre mentre li faceva, ma ero più impegnata a mangiare l'impasto crudo che a carpire i segreti della cucina...ihihih!!!
    comunque davvero, non becco mai la consistenza giusta, o mi si sciolgono nella pentola o sanno troppo di farina e posso farci giocare la micia tanto sono gommosi....magari con le tue dosi precise posso provarci....ma l'occhiolino?? nemmeno quello ho mai imparato a fare!!!

    RispondiElimina
  7. Ottimi gli gnocchi con la ricotta..da provare.


    un bacio

    RispondiElimina
  8. mmmmmmmm sarà l'orario ma mi hai messo una fame....
    Da provare assolutamente!

    RispondiElimina
  9. che carino l'occhiolino, noi lo facciamo in maniera diversa ma sono sempre molto buoni gli gnocchi!
    buon we

    RispondiElimina
  10. mamma che bel blog, pieno di ricette gustosiissime!! mi unisco così non mi perdo più tutto sto ben di dio!!!
    a presto, ciao!!!

    RispondiElimina